Sei qui: Home
hearder vocazioni 2015.jpg

Cappuccini in Sardegna

La stampa mondiale guarda ad Assisi

di Paul De Maeyer 

ROMA, mercoledì, 26 ottobre 2011 (ZENIT.org).- Domani, giovedì 27 ottobre, Papa Benedetto XVI si recherà ad Assisi per la "Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo", che lo stesso Pontefice ha annunciato a sorpresa quasi un anno fa, il 1° gennaio scorso.

Il nuovo evento - già battezzato "Assisi III" - avviene 25 anni dopo il primo grande incontro interreligioso promosso da Giovanni Paolo II nella città di San Francesco (il 27 ottobre 1986) e quasi dieci anni dopo quello svoltosi sempre ad Assisi nel gennaio 2002, e sta suscitando varie reazioni nella stampa internazionali, in particolare in quella tedesca.

Come ribadisce Guido Horst sulla Tagespost (24 ottobre), con il suo gesto Papa Ratzinger vuole sottolineare che l'iniziativa lanciata dal suo predecessore è "troppo importante" per essere lasciata in mano ai movimenti. "25 anni dopo il primo vertice nella città di San Francesco, Papa Benedetto XVI vuole imprimere il suo marchio sullo 'spirito di Assisi' e non lasciare questo compito alla Comunità di Sant'Egidio", sostiene. "Lo farà - continua l'autore – nello stile di Joseph Ratzinger, piuttosto tranquillo e riflessivo più che con grandi parole".

 

Unità tra le religioni per riportare Dio tra gli uomini

Il direttore dell'Osservatore Romano spiega l'incontro di Assisi 

CITTA DEL VATICANO, martedì, 25 ottobre 2011 (ZENIT.org) - L’incontro interreligioso che si svolgerà ad Assisi il prossimo 27 ottobre non è in contrapposizione con i precedenti. L’ecumenismo che ha lo scopo di trovare l’unità tra le confessioni cristiane è un cammino irreversibile. Assisi è inoltre un incontro con le altre religioni. Ma non è il sincretismo la via che sta percorrendo la Chiesa cattolica.

Lo ha dichiarato oggi il direttore dell’Osservatore Romano, Giovanni Maria Vian, in una intervista rilasciata a ZENIT.

Il direttore ha spiegato: “Non credo che ci sia una contrapposizione reale tra il 1986 e il 2011, penso si tratti piuttosto di interpretazioni. Se dalla giornata di preghiera del 1986 si è voluto concludere che tutte le religioni sono uguali, che è indifferente il credo e che la scelta cristiana è uguale alle altre, questo non era certo il senso dell’iniziativa di Giovanni Paolo II”.

Vian ha ricordato che già secondo i pensatori cristiani dei primi secoli “la verità è nel Logos, in Cristo, ed è presente misteriosamente in ogni parte dell’universo: è la teoria detta appunto dei ‘semi del Logos’, derivata dal pensiero stoico”.

 

Assisi si rinconferma capitale mondiale della pace

Tra due giorni la Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo

ASSISI, martedì, 25 ottobre 2011 (ZENIT.org) - La macchina organizzativa e l'intera città di Assisi è in pieno fermento per la giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo che si terrà giovedì 27 ottobre nella città di San Francesco. Assisi si sta preparando a questo importantissimo evento, che riconferma la città del poverello "capitale mondiale della pace", con veglie di preghiera e funzioni religiose.

Tantissimi sono i pellegrini e i giornalisti attesi ad Assisi per l'arrivo del Papa. Per l'occasione sono stati allestiti 2 centri accoglienza, 5 sale stampa per i giornalisti e 10 mega schermi posizionati sulla piazza della Basilica Superiore ed Inferiore di San Francesco, nella Porziuncola e nella piazza di Santa Maria degli Angeli.

Saranno circa 300 gli esponenti delle varie fedi mondiali che si uniranno al Papa nella città di San Francesco, raggiungendola insieme a lui in treno da Roma. Rispetto ai precedenti incontri di Assisi - dopo quello dell'86, ci furono quelli del'93 in piena crisi dei Balcani e del 2002, dopo l'attentato al World trade center - c'é un aumento dei delegati musulmani e per la prima volta parteciperanno anche personalità 'non credenti': tra i delegati ci saranno gli intellettuali Julia Kristeva, Remo Bodei, Guillermo Hurtado e Walter Baier.

 

Festa di San Francesco d'Assisi