Sei qui: Home
headerfrancoisdominique.jpg

Cappuccini in Sardegna

COSA CI VUOL DIRE DIO CON LA BEATIFICAZIONE DI GIOVANNI PAOLO II

Tra le altre cose, abbattendo il comunismo, per una via miracolosamente pacifica, egli ha probabilmente scongiurato una nuova (e stavolta fatale) guerra mondiale 

di Antonio Socci

Per noi cristiani non sono gli ecclesiastici a fare i santi, ma è Dio (la Chiesa semplicemente li riconosce e invita a farsi loro amici). I santi sono anzitutto uomini veri, la cui persona è resa affascinante, autentica, meravigliosa dall'amicizia con Gesù.
La loro vita però è un messaggio accorato di Dio a una certa generazione, a un'epoca e poi – più ampiamente – anche a tutte le altre.
Allora la beatificazione di Karol Wojtyla impone anzitutto questa domanda: cosa ha voluto dire Dio all'umanità del XX e del XXI secolo mandando un uomo così?

 

ICONA DELLA VERGINE “KYRIOTISSA” DELLE GRAZIE DI IGLESIAS

Il saluto del Rettore del Santuario

Carissimi devoti della Madonna delle Grazie,

 il 275° anniversario del Voto fatto dagli iglesienti alla Santa Vergine è stato aperto il 25 marzo 2010 con la benedizione del Santuario e la dedicazione dell’Altare, durante una solenne celebrazione presieduta dal nostro Vescovo Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Giovanni Paolo Zedda, alla presenza di molti confratelli sacerdoti e religiosi e con grande concorso di fedeli.

Nel corso dell’anniversario abbiamo voluto onorare Maria con numerose celebrazioni e iniziative in modo da alimentare sempre più la devozione filiale alla nostra Madre celeste. L’animazione del Santuario affidato alle Clarisse Francescane Missionarie del SS. Sacramento, la presenza quotidiana dei Frati Minori Cappuccini della fraternità iglesiente e l’aiuto indispensabile dato con continua e ammirabile dedizione dall’Associazione Beata Vergine delle Grazie, sono strumenti nelle mani di Maria che continua ad incontrare i suoi fedeli in questo luogo per portarci a Gesù. Innumerevoli sono le persone che quotidianamente si recano in questo Santuario e tante quelle che qui si accostano al Sacramento della Riconciliazione: tutti continuano a portare e a consegnare a Maria gioie e dolori, preoccupazioni e speranze e possiamo affermare con certezza che la Madonna delle Grazie non lascia deluso chi a Lei si rivolge con fede.

La chiusura del 275° anniversario del Voto, il 24 marzo 2011, è stata solennizzata con la benedizione e l’intronizzazione dell’icona della Vergine Kyriotissa delle Grazie di Iglesias.  Un’icona davanti alla cui bellezza non si può restare indifferenti: essa introducendo alla contemplazione, comunica la bellezza della fede cristiana, parla della devozione della Chiesa e degli iglesienti alla Bella per eccellenza e porta immancabilmente a Dio. Nel pieghevole, che vogliamo offrire a tutti i devoti della Madonna delle Grazie, abbiamo voluto spiegare il significato di questo capolavoro dell’iconografo Antonello Elias.

 

Giovanni Paolo II verrà beatificato il primo maggio 2011

Riconosciuta come miracolosa la guarigione di suor Marie Pierre Simon 
ROMA, venerdì, 14 gennaio 2011 (ZENIT.org).- A sei anni dalla morte, avvenuta il 2 aprile del 2005, Papa Giovanni Paolo II sarà beatificato il primo maggio di quest'anno, nella II Domenica di Pasqua, della Divina Misericordia, durante un rito presieduto da Benedetto XVI.

Lo ha annunciato questo venerdì il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, una volta resa nota l'approvazione del decreto sul miracolo attribuito all'intercessione di Karol Wojtyla. Il miracolo in questione è legato a suor Marie Pierre Simon, religiosa dell'Institut des Petites Soeurs des Maternitès Catholiques, che il 2 giugno 2005, vicino a Aix-en-Provence, è guarita improvvisamente e in modo scientificamente inspiegabile dal morbo di Parkinson.

 

La salma di Giovanni Paolo II sarà traslata nella Basilica Vaticana

 CITTA' DEL VATICANO, venerdì, 14 gennaio 2011 (ZENIT.org).- Saranno traslate dalle Grotte alla Basilica Vaticana le spoglie di Giovanni Paolo II, secondo quanto informato dalla Santa Sede questo venerdì, nel giorno in cui è stata annunciata la data della betificazione del Papa polacco. 
In occasione della beatificazione del Pontefice, infatti, ne è stata decisa la collocazione nella cappella di San Sebastiano all'altare del beato Innocenzo XI, situata nella navata destra della basilica, tra le cappelle della Pietà e del Santissimo Sacramento.  


“La traslazione della bara avverrà senza esumazione: quindi il corpo di Papa Wojtyla non sarà esposto, ma si troverà in un vano chiuso da una semplice lapide di marmo con la scritta: Beatus Ioannes Paulus II”, ha rivelato “L’Osservatore Romano” nell’edizione italiana.